17 Ottobre 2010 admin

BEAT BOP A LULA Recensione (The first moon)

Il primo lavoro dei Two Moons, formazione di stanza a Bologna, sembra fatto di zolfo e ombre, un misfatto, il soave abbandono umano nelle tenebre di una realtà metropolitana. C’è tanta introspezione nelle quattro tracce del lavoro, una voglia di revival eseguito con mestiere e gusto, distillando gelide note elettroacustiche sfruttando le regole della wave di fine anni ’70/inizio ’80.

Il risultato è The first moon, un ep algido al punto giusto, che vagheggia sentimenti creduti persi e spiega alle nuove generazioni un’attitudine illusoria, invernale, ampiamente sentita anche in Italia ai tempi dei Diaframma. In My Oxigen si respira la nebbia, ci si lascia intrappolare da una melodia simil joy division e da uno spleen esistenziale che lacera l’animo. Segue Lost, dalle sonorità più pop, disarmante e struggente, che mantiene la desolazione grigia di un Destino che gioca con l’uomo a carte scoperte.


Aggressiva e caparbia. Si cambia versante con la terza traccia, Turn off, più ossessiva ed elettronica, una breve parentesi che viene subito chiusa con l’ultima canzone, Clouds, malinconica e tentatrice, che conquista a poco a poco i colori opachi di un disagio perdurante che disintegra e spegne. L’introspezione wave viene rimarcata con bravura e intelligenza, non si cade mai nella banalità e la formazione dimostra di riuscire nell’intento di riportare, senza creare confusioni ed equivoci, nelle tenebre un genere che, con la nascita dell’indie-rock, è stato mutato e geneticamente modificato.


La domanda da porsi è: “Si può fare ancora della discreta musica wave oggi nonostante i cambiamenti cultural-musicali intervenuti?”. Ascoltando l’ultimo, affascinante, ep dei Two Moons sembrerebbe di sì, almeno in Italia, ma occorrono nuove idee che non vadano ad inficiare sul DNA di un genere che ha saputo regalare forti e intense emozioni. Un piccolo passo avanti è stato fatto.

Francesco Bove

Fonte:  http://www.beatbopalula.it/musica-underground-emergenti-band/articolo.asp?articolo=4918


Support us
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •